La cura quotidiana dei denti riveste una particolare importanza tra le norme igieniche giornaliere. Rispettare la salute dei denti, come ci raccontano i dentisti e odontoiatri di Marsala,  permette di prevenire molte patologie dentali, quali carie, alitosi, sanguinamenti gengivali e molte altre ancora. La prevenzione adeguata può essere ottenuta mediante semplici accorgimenti, che risparmiano lunghe e, a volte, dolorose cure.

Alitosi: cos’è e cause

Tra i problemi più imbarazzanti e frequenti c’è sicuramente l’alitosi, o alito cattivo, come viene gergalmente chiamato. Si tratta di un disturbo che colpisce prevalentemente persone avanti con l’età, ed è rappresentato da un odore sgradevole che proviene dalla bocca durante l’espirazione. Le cause possono essere molteplici, e non per forza riguardanti la cavità orale stessa.
curare i denti a MarsalaCausa più comune è la non corretta igiene orale e dentale: spesso si tratta di residui di cibo rimasti tra i denti e non opportunamente rimossi che vanno incontro a putrefazione. Oltre ad arrecare fastidio per l’odore sgradevole, questi possono, alla lunga, rappresentare la causa di formazione di carie, perchè i residui organici costituiscono un ottimo pabulum per lo sviluppo e la crescita batterica. Anche la presenza di carie può, a sua volta, determinare l’instaurarsi dell’alitosi.

Alcuni cibi andrebbero inoltre limitati nei pazienti che soffrono di tale disturbo, perchè possono andare a peggiorare il quadro clinico. Tra questi ricordiamo principalmente:  aglio, cipolla, caffè e zuccheri, che vengono rapidamente fermentati dai batteri e utilizzati per la loro crescita. Inoltre il consumo di alcool e fumo aggrava il disturbo e andrebbe limitato.
Infine altre cause extraorali, seppur meno frequenti, possono essere rappresentate da:
malattie gastroenteriche, come il reflusso esofageo;
malattie metaboliche, come il diabete, che conferisce all’alito il tipico odore ammoniacale quando mal curato;
malattie respiratorie, comprendendo le infezioni che affliggono i vari tratti respiratori, dalla sinusite alla polmonite.

Come prevenire

Se le cause diagnosticate sono di natura igienica, è sufficiente migliorare la pulizia quotidiana del cavo orale:
– aumentare la frequenza e l’accuratezza di pulizia dei denti con lo spazzolino, senza tralasciare la pulizia della lingua e delle guance: esistono degli spazzolini formulati proprio per questo scopo, che presentano degli appositi raschietti.
– utilizzare il filo interdentale o uno scovolino per eliminare i residui di cibo rimasti tra i denti, che sarebbe altrimenti difficoltoso eliminare con il solo spazzolino.
– far uso del colluttorio seguendo le istruzioni riportate nella confezione.

Come curare

Se migliorando l’igiene dentale quotidiana il problema persiste, è necessario rivolgersi al proprio dentista, che si accerterà di rimuovere eventuali carie presenti, possibile causa del disturbo, oppure di procedere ad una pulizia profonda dei denti, detta detartrasi, che contribuirà a rimuovere la placca formata a livello dentale e riporterà i denti al loro bianco naturale. Il dentista sarà inoltre in grado, attraverso un tampone orale, di individuare eventuali infezioni batteriche o micotiche che affliggono il cavo orale, e vi prescriverà i farmaci appropriati ed eventuali sciacqui utili ad eliminare il problema.


Accedi al tuo account

 
×
Hai dimenticato la tua Password?
×

Salite